Le detenute di Monza al progetto "We-Women for Expo"

Con ricette e racconti

Le detenute del carcere di Monza partecipano al progetto "We-Women for Expo" (Noi donne per Expo), realizzato con il ministero degli esteri e la fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, con ricette e racconti per contribuire al tema "Nutrire il pianeta. Energia per la vita", il filo conduttore dell'esposizione del 2015 che si terrà a Milano.

Si tratta della prima adesione a "We" da parte di un carcere. Le detenute, all'interno del progetto "La biblioteca è una bella storia" promosso dal comune di Monza, parteciperanno a diversi percorsi incentrati sul cibo e la sua specificità all'interno del carcere.

Al centro dei laboratori i saperi culinari tramandati, sperimentati e vissuti alla luce delle condizioni limitanti della detenzione; la rielaborazione della cultura della cucina e delle ricette; il prendersi cura di sé e degli altri in condizioni limitative; il racconto orale e narrativo delle 'ricette della memoria' ripensate alla luce della condizione carceraria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento