Agrate, carne di cavallo nel Ragù Star: sequestrate 300mila confezioni

I controlli hanno dato esito positivo. L'azienda si difende affermando che la partita di carne era stata acquistata in Francia da un fornitore già sotto controllo oltralpe

AGRATE - Si allarga il caso della carne di cavallo  non denunciata in etichetta. E' la volta della STAR, storica azienda del territorio con sede ad Agrate.  L'Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna di Brescia ha comunicato il riscontro della positività per carni equine non dichiarate in etichetta in quattro prodotti prelevati dai carabinieri del NAS di Milano, in applicazione del monitoraggio disposto dal Ministero della Salute, presso la ditta brianzola.
I prodotti risultati positivi alla prova per la ricerca di carni
equine sono:
Gran Ragù con verdure STAR - lotto LH 044 -
scadenza 13.02.2016;
Ragù Bolognese STAR - sugo al pomodoro con
carne bovina, suina e olio di oliva - lotto LH 045 - scadenza
14.02.2016;
Gran Ragù Classico STAR - lotto LH 035 - scadenza
04.02.2016;
 Gran Ragù Classico STAR - lotto LH 032 - scadenza
01.02.2016.
Il NAS di Milano,  aveva già sottoposto a sequestro sanitario cautelativo oltre 300.000 singole confezioni: oggi le ha oggi sequestrate giudiziariamente per violazione dell'articolo 515 del c.p. (frode commerciale) e sta procedendo agli accertamenti sulla filiera.
Nei prodotti citati, secondo l'azienda, erano state utilizzate partite di carne macinata congelata proveniente dalla Romania ed acquistate dal fornitore francese GEL ALPES di Saint Maurice - Manosque, già posto sotto attenzione da parte delle Autorità transalpine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello di oggi è il quarto caso di positività al DNA equino riscontrato dall'avvio delle operazioni di controllo. Gli altri
casi sono relativi ai tortellini Buitoni, alla pasta fresca ripiena denominata 'Piemontesino al vitello' e alle Lasagne alla
Bolonese confezionate dalla ditta Primia di di San Giovanni in Persiceto (BO).
Intanto sta proseguendo su tutto il territorio nazionale, grazie all'azione dei Nas, degli Istituti zooprofilattici e delle Asl, l'attuazione del piano di monitoraggio ministeriale. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento