menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La nuova casetta dell'acqua inaugurata a Seveso

La nuova casetta dell'acqua inaugurata a Seveso

Inaugurata a Seveso una nuova casetta dell'acqua in piazza Italia

La cerimonia di inaugurazione lunedì mattina

E' stato inaugurato a Seveso, a Barruccana, un nuovo chiosco per l'erogazione dell'acqua potabile. La casetta dell'acqua, che si trova in piazza Italia, si aggiunge al punto di erogazione Brianzacque presente in città in Via Alcide De Gasperi angolo Piazza IV Novembre, in funzione già da anni e largamente utilizzato dalla popolazione.

La cerimonia di inaugurazione si è svolta in forma ristretta a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia. Erano presenti il Presidente e Amministratore Delegato di BrianzAcque, Enrico Boerci, e il Sindaco di Seveso, Luca Allievi, assieme all’Assessore ai Lavori Pubblici e all’Ecologia, Alessia Borroni. La piccola cerimonia si è conclusa con un brindisi inaugurale, naturalmente con l’acqua della nuova “casetta”.

“L’inaugurazione di una nuova casa dell’acqua è sempre un momento di riflessione perché fa pensare ai benefici che porta all’ambiente e al risparmio che rappresenta per i cittadini – ha detto il Presidente e A.D. di BrianzAcque, Enrico Boerci - Questo di Baruccana di Seveso è il 71° chiosco ad entrare in funzione nell’ambito del territorio gestito, dove abbiamo in corso quest’importante progetto ‘green’ condiviso con i Comuni e apprezzato dai cittadini che di acqua  pubblica a ‘km 0’ ne fanno consapevolmente un grande utilizzo, come dimostrato dai dati di consumo. Un’acqua buona, sana, controllata e controllabile. Uno dei grandi vantaggi di bere la risorsa delle ‘casette’ è infatti quello di avere la possibilità di conoscerne valori e composizione costantemente aggiornati e pubblicati sul nostro sito aziendale nella massima trasparenza. L’emergenza Covid-19, che ci ha fatto comprendere ancor più quanto quest’elemento sia indispensabile per la tutela dell’igiene e della nostra salute, deve fungere da stimolo affinché venga sempre più rispettato, preservato e posto al centro dei grandi temi del presente e del futuro”.     

“Sono contento dell’attivazione di questa nuova Casa dell’Acqua in un momento in cui in tutti gli ambiti che fanno parte della nostra quotidianità si cerca di ripartire per affrontare gli ostacoli, le difficoltà, gli imprevisti, anche inaspettati come questo virus, che la vita ci pone di fronte – ha affermato il sindaco Luca Allievi – Vita che esiste grazie proprio all’acqua, questo elemento naturale essenziale che troppo spesso bistrattiamo o sprechiamo, ma che invece dovremmo curare come un bene prezioso e custodire in una sorta di scrigno. Ecco, mi piace pensare che in seguito agli eventi di questo 2020 le Case dell’Acque diventino agli occhi dei cittadini come degli scrigni da cui attingere sostanza di vita e benessere. Mi sento poi orgoglioso del fatto che la nostra città possa ora vantare, ma soprattutto fruire di due Case dell’Acqua, essendosi quella di Baruccana aggiunta a quella di Seveso Centro. Ringrazio BrianzAcque per il grande lavoro che sta compiendo e la grande attenzione che mette ancora di più quest’anno affinché la qualità dell’acqua che beviamo resti elevata”.

I distributori cittadini erogano acqua liscia e gasata, a temperatura ambiente o refrigerata con la possibilità di fare rifornimenti 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno. Normalmente, ha un costo di 5 centesimi al litro, ma BrianzAcque, in tempi di Covid, per andare incontro al territorio e alle comunità locali durante un periodo di crisi sanitaria che è anche economica e sociale, ha deciso di renderla temporaneamente gratuita. Per effettuare i prelievi occorre però essere in possesso dell’apposita tessera. Per chi non si fosse ancora dotato della “card”, a Seveso è sufficiente recarsi nell’atrio di ingresso del Municipio in Viale Vittorio Veneto 3/5 e acquistarla attraverso un apposito totem al costo di 3 euro. 

Brianzacque sottolinea la necessità di avere senso di responsabilità nell'uso dei distributori, evitando sprechi. Richiesto anche l'uso della mascherina, il mantenimento di almeno 1 metro di distanza tra le persone in attesa di riempire le bottiglie. Si raccomanda inoltre di non creare assembramenti e di rispettare le norme igieniche, ad esempio non toccando gli erogatori con le mani. Nel corso della pandemia, in tutte le postazioni sono stati potenziati il servizio di pulizia e di sanificazione delle strutture e degli impianti con interventi bisettimanali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento