Caso Barzaghi: assolto in appello il giornalista Fabrizio Gatti

In primo grado il giornalista Fabrizio Gatti era stato condannato a una sanzione di 30mila euro per aver diffamato l’imprenditore Mario Barzaghi e il gruppo editoriale l’Espresso a risarcire 100mila euro. In appello, sentenza capovolta: la seconda sezione della Corte d’Appello di Milano ha assolto Gatti e ha invece condannato Barzaghi a rimborsare a giornalista e editore 27mila euro.

Ora, la parola definitiva spetterà alla Corte di Cassazione. La vicenda è nota: nel 2013 Fabrizio Gatti pubblicò su L’Espresso un servizio dedicato a presunti legami tra la Simec, controllata da presunti esponenti del Clan dei Casalesi e la Più Energy, di cui era proprietario per il 20 per cento Mario Barzaghi, allora vicepresidente di Confindustria Monza. Il restante 80 per cento era di proprietà di una fiduciaria, la Aperta Srl, che faceva riferimento alla compagna dell’ex sindaco di Seregno, Giacinto Mariani, e un parente dell’ex comandante della compagnia di Seregno, Luigi Spenga.

L’articolo provocò una bufera a Seregno. Ma già nel corso dell’intervista Barzaghi pretese la consegna della registrazione, tentando di impedirgli di lasciare il suo ufficio, con minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento