Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Campane "troppo rumorose", causa vinta dal comune e dalla parrocchia

Il contenzioso a Villasanta aveva visto due privati intentare causa per i rintocchi delle campane di Sant'Anastasia

Non vedranno un euro di risarcimento e dovranno pagare le spese processuali pari a quasi quattromila euro. Si è concluso così, con la vittoria di comune e parrocchia, il contenzioso giudiziario che iniziato tre anni fa da due privati cittadini di via Monte Grappa a Villasanta che lamentavano rumori molesti causati dai rintocchi delle campane di Sant’Anastasia.

Oltre a essere approdato in un'aula del Tribunale di Monza, il caso era finito anche in televisione grazie a Striscia la Notizia. La richiesta di danni avanzata dai privati contro Parrocchia e Comune è stata però rigettata dal giudice unico del Tribunale di Monza Maria Francesca Chiuri. La sentenza di Primo Grado, emessa dalla Sezione II Civile e pubblicata il 3 maggio scorso, “Rigetta le domande risarcitorie svolte da parte attrice nei confronti della Parrocchia di Sant’Anastasia e nei confronti del Comune di Villasanta…” e “Condanna la parte attrice al pagamento in favore del Comune di Villasanta delle spese processuali che liquida in 3.920 euro…”.

Il Comune è stato coinvolto nella vicenda in quanto titolare dell’orologio del campanile di Sant’Anastasia che determina i rintocchi orari. I privati cittadini chiedevano all’ente pubblico di ridurre i rintocchi di giorno e di sospenderli la notte. Chiedevano poi in tribunale il risarcimento delle spese sostenute per insonorizzare il loro appartamento, a causa di rumori ritenuti troppo forti e troppo frequenti. Nel frattempo, peraltro, i rintocchi orari nella fascia oraria notturna erano stati sospesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campane "troppo rumorose", causa vinta dal comune e dalla parrocchia

MonzaToday è in caricamento