Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

"Monza assediata dai centri commerciali", l'Associazione HQ contro il progetto di una nuova struttura

Il nuovo insediamento, secondo quanto indicato dall'associazione monzese, è previsto alla Taccona di Muggiò, al confine ovest con Monza

"Monza è una città assediata dai centri commerciali". A puntare l'attenzione sull'insediamento di aree commerciali alle porte del capoluogo brianzolo è stata l'Associazione HQ che, dopo le polemiche sull'ampliamento dello shopping center di Bettola, che verrà trasformato in un mega hub, ha annunciato l'arrivo di una nuova struttura alla Taccona.

"E’ di pochi giorni fa la notizia del via libera al triplicamento del centro commerciale di Cinisello Bettola, ed ecco in arrivo un altro nuovo insediamento alla Taccona di Muggiò, al confine ovest con Monza" si legge nel comunicato diffuso dall'associazione monzese di cittadini.

"La nostra città è ormai assediata da questo tipo di megastrutture che determinano tra l’altro un aumento della congestione stradale e dell’inquinamento. Il nuovo centro commerciale è previsto in coincidenza con l’ingresso della Tangenziale Nord e le vie De Amicis e Foscolo, là dove c’è l’innesto di via della Taccona che si collega a Monza" precisano da HQ Monza attraverso la presidente Isabella Tavazzi.

taccona-planimetria-2

"Si tratta di una superficie complessiva edificabile di quasi 10mila metri quadrati, dei quali 2mila e 500 dedicati da subito al centro commerciale, mentre il resto è al momento indicato come uffici e magazzini. Ma per il futuro è già prevista una possibile espansione degli spazi commerciali sino a 5mila mq. Nonostante questo, il numero dei parcheggi appare piuttosto esiguo. Come tutti sanno, il carico di traffico su via della Taccona e sullo svincolo della A52 è notevole ed è da tempo oggetto di proteste da parte dei residenti. Di recente Muggiò si è lamentata di questa situazione con Monza, incredibilmente proprio mentre stava approvando il piano per il nuovo centro commerciale" continua la nota.

"Sull’area interessata dalla lottizzazione passa anche una linea elettrica ad alta tensione. Il progetto approvato dal Comune di Muggiò prevede nuovi tralicci più alti, in modo che si possa costruire sotto i cavi. Uno di questi piloni sarà da 55 metri (come un palazzo di 18 piani). Un forte impatto visivo e una scelta discutibile, visto che – in casi simili – ormai ovunque si procede all’interramento delle linee per minimizzare i campi elettromagnetici potenzialmente nocivi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Monza assediata dai centri commerciali", l'Associazione HQ contro il progetto di una nuova struttura

MonzaToday è in caricamento