rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Il caso / Cesano Maderno

Cesano difende don Mattia: "Abbiamo bisogno di preti come te"

Il quartiere cesanese di Binzago si è stretto attorno al suo amato sacerdote

La politica locale si è mossa. Ma anche la parrocchia che lo ha visto diventare sacerdote. È  una difesa a tutto campo quella che è partita nelle scorse ore da Cesano Maderno e soprattutto dal quartiere di Binzago dove don Mattia è arrivato una ventina di anni fa adolescente. "Non vedo alcun problema. Grazie per quello che sei don Mattia. Abbiamo bisogno di preti con entusiasmo e coraggio" è stato il commento su Facebook scritto da Rosanna Arnaboldi, assessore allo sport di Cesano Maderno.

Tanti i messaggi pro don Mattia

Tanto sostegno anche dalla parrocchia ma anche da persone che nemmeno conoscono il sacerdote vicario parrocchiale dell'oratorio Gongaza di Milano. "Ma per favore, ce ne fossero di don Mattia. Io ho partecipato ad una messa celebrata nel deserto, un altare improvvisato con le pietre, una sciarpa al posto della stola e mai, da parte mia, è stata così partecipata", ha scritto un utente. "Fate questo in memoria di me" e Gesù non ha indicato il luogo. Lui stesso predicava ovunque, indossando una tunica e sandali. Siamo noi ad averci aggiunto ori, decori, scarpe firmate e quant'altro.Valutiamo l'intenzione anziché il luogo" un altro commento a favore del sacerdote. Anche il fatto che addiruttura una procura si occupi de caso ha chiaramente suscitato un po' di perplessità. "Non commento sull'opportunità di celebrare una messa in mare e in costume, ma che la procura di Crotone sia intervenuta per questa occasione, dimenticando i veri crimini che ogni giorno affliggono quella terra" è un altro commento all'episodio apparso nelle ultime ore sui social. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesano difende don Mattia: "Abbiamo bisogno di preti come te"

MonzaToday è in caricamento