Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Cerca di sfuggire ai carabinieri e si nasconde su un balcone

In manette per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e con una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente è finito un marocchino di 36 anni

I carabinieri hanno intercettato un'auto sospetta che si aggirava per le vie del paese e hanno tentato di raggiungere la vettura per intimare agli occupanti l'arresto.

Quando i militari però, sabato pomeriggio, in via Trento, a Cesano Maderno hanno incrociato il mezzo i due uomini che erano a bordo hanno svoltato in una strada traversa e accelerato per sfuggire ai carabinieri.

Tutto è stato inutile perchè gli uomini dell'Arma poco dopo hanno raggiunto l'auto e fermato gli occupanti. Uno dei due uomini a bordo però, nel tentativo di scappare via, ha spintonato uno dei militari e ha proseguito la fuga lungo via Domodossola a piedi per le vie del centro fino a sdraiarsi sul pavimento di un balcone al piano terra di una palazzina per "mimetizzarsi" alla vista delle forze dell'ordine. 

Il gioco del "nascondino" però non ha avuto il finale sperato dal malvivente che è stato raggiunto e portato in caserma insieme al compagno per essere perquisito. Addosso all'uomo, E.H.D., 36enne marocchino sono stati trovati 600 euro in contanti, qualche dose di cocaina e diversi telefoni cellulari che si ipotizza i due usassero per mantenere i rapporti con i clienti.

Per il 36enne è arrivato l'arresto con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il controllo è scattato nell'ambito di una serie di servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di droga. L'auto su cui i due viaggiavano inoltre è risultata intestata a un connazionale che ne possiede altre venti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di sfuggire ai carabinieri e si nasconde su un balcone

MonzaToday è in caricamento