Cronaca

Il Comune al fianco dei negozianti: oltre 200 mila euro per favorire la ripartenza

"Ripartiamo insieme" è il progetto dell'Amministrazione comunale di Cesano Maderno per favorire le attività di ristorazione. Stop alla tassa di occupazione del suolo fino al 31 ottobre

Il Comune di Cesano Maderno si mobilita per aiutare le attività commerciali a rimettersi in moto. Si chiama "Ripartiamo insieme" il progetto promosso dall'Amministrazione comunale per garantire un aiuto concreto ai commercianti in questa delicatissima fase economica e sociale. 

Lo scopo è istituire un fondo e creare le condizioni affinché la attività possano ripartire con fiducia e la città possa essere vissuta il più possibile all’aperto, in sicurezza e nel rispetto delle norme anti contagio, contando su spazi pubblici "allargati" grazie ad  una serie di agevolazioni fiscali.

Un progetto che costerà alle casse del Comune oltre 200 mila euro che verranno a breve stanziati e messi a disposizione delle attività commerciali più colpite e per supportare i progetti più innovativi proposti dai commercianti stessi. 

Verrà abolita la tassa di occupazione del suolo pubblico fino al 31 ottobre 2021 per bar, ristoranti, gelaterie, attività di somministrazione e ristorazione che dispongano di tavolini o altre strutture all’aperto oppure che intendano approntarle.

I gestori potranno richiedere un ampliamento dell’occupazione del suolo pubblico per favorire il distanziamento dei posti a sedere senza oneri aggiuntivi a carico dei gestori fino al 31 ottobre 2021. La manifestazione di interesse per questa iniziativa potrà essere presentata agli uffici della polizia locale.  Saranno valutate inoltre proposte di occupazione temporanea di spazi anche non in prossimità del proprio esercizio, per le attività commerciali che non hanno la disponibilità di spazi all’aperto nelle immediate vicinanze. La richiesta temporanea di occupazione di suolo pubblico potrà interessare marciapiedi, aree verdi, aree per la sosta dei veicoli.

Per tutta la durata dell’emergenza sanitaria e sino al 31 ottobre 2021sarà consentita alle attività commerciali una deroga alle limitazioni orarie di apertura e chiusura, anche con riferimento ai giorni di chiusura obbligatoria, compatibilmente e nei limiti di quanto previsto dai Dpcm in vigore per l’emergenza sanitaria. Nel frattempo sono già state avviate iniziative come l’apertura della Zona a traffico limitato il sabato e interventi di gratuità degli stalli blu sino a settembre.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune al fianco dei negozianti: oltre 200 mila euro per favorire la ripartenza

MonzaToday è in caricamento