Una mostra dedicata a Marc Chagall a Monza tra l'Arengario e i Musei Civici

In esposizione oltre trecento incisioni dei tre cicli grafici più importanti dell'artista russo: le Anime morte di Gogol', le Favole di La Fontaine e la Bibbia

"Incontro tra pellicce" da Le Anime Morte

La mano di Marc Chagall e le figure della sua produzione artistica, tra l'immaginario onirico e la sacralità biblica, saranno protagoniste a Monza.

Dal 4 settembre 2015 al 6 gennaio 2016 infatti tra l'Arengario e gli spazi dei Musei Civici è in programma una mostra dedicata all'artista russo del '900 che porterà nel capoluogo brianzolo una raccolta di oltre trecento incisioni apparteneneti ai tre cicli grafici più importanti di Chagall: le Anime morte di Gogol’, le Favole di La Fontaine e la Bibbia.

L'esposizione "Chagall, la grafica del sogno", curata da Flavio Arensi e promossa dal comune di Monza, spazia tra l'Arengario e la Casa degli Umiliati: il percorso inizia idelamente nell'edificio simbolo della città con la sezione dedicata alle Favole di La Fontaine e alla Bibbia.

Il ciclo prosegue poi, in una circolarità di persiero e di evoluzione artistica, negli spazi dei Musei Civici che ospita le incisioni delle Anime di Gogol'.

Nelle tavole delle "Anime Morte" Chagall riflette sull’uomo, sulle sue meschinità, sul suo limite, nelle incisioni delle "Favole" invece è protagonista la natura nella sua bellezza e nella sua impronta originaria.

Con la prosuzione ispirata alla Bibbia l'artista torna a mettere al centro della sua arte l’uomo, ma in una luce diversa rispetto a quella delle Anime Morte: l'essere umano resta imperfetto, segnato in modo indelebile dal limite e dal peccato ma oltre questa condizione c'è la grandezza di Dio.

Le reminesenze letterarie della produzione russa invece sono protagoniste del ciclo delle Anime morte di Gogol’: le tavole incise di Chagall rileggono il testo dell'autore richiamandone i temi e i personaggi ma al contempo ne prendono le distanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accanto alle acqueforti di Chagall a Monza saranno esposte incisioni di Picasso, Matisse, Rouault, Mirò: tutti grandi nomi del panorama artistico legati all'artista russo dalla relazione che intrattennero con l’editore parigino Ambroise Vollard.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento