Ore di attesa al Pronto Soccorso dopo un incidente, donna chiama i carabinieri

A richiedere l'intervento delle forze dell'ordine è stata una giornalista televisiva che ha dovuto far ricorso alle cure mediche dopo un sinistro

Ha aspettato cinque ore prima di essere dimessa dall'ospedale dopo un incidente e, ritenendo quanto accaduto inaccettabile, ha deciso di chiamare i carabinieri. E' successo a Monza lo scorso giovedì. Protagonista della vicenda è stata una giornalista televisiva, autrice della trasmissione Pomeriggio Cinque. 

La donna, secondo la testimonianza riportata dal Giornale di Monza, mentre si stava recando in ospedale per un trattamento di terapia del dolore, è rimasta coinvolta in un sinistro stradale in via Amati al seguito del quale è giunta sul posto un'ambulanza e la polizia locale. Al personale medico avrebbe chiesto di essere trasferita al Policlinico dove già avrebbe dovuto recarsi ma invece è stata accompagnata al San Gerardo dove, giunta intorno alle 17, è stata dimessa circa cinque ore dopo.

Ritenendo l'attesa inaccettabile la donna ha deciso di chiamare i carabinieri che sono giunti presso il nosocomio monzese. Il giorno seguente poi la paziente avrebbe formalizzato le lamentela con una denuncia, presentata presso il comando dei carabinieri di via Moscova. Tra le contestazioni sollevate dalla donna c'è non soltanto la prolungata attesa ma anche la presunta disorganizzazione poichè, a suo dire, sarebbe stata mandata da sola ai box della chirurgia e le sarebbe stato negato un accompagnamento, nonostante fosse stato esplicitamente richiesto in quanto le girava la testa. 

Dal San Gerardo però hanno replicato, rispondendo alle lamentele circa il presunto disservizio. "Da una nostra approfondita indagine circa il percorso che la signora ha effettuato nel dipartimento di emergenza urgenza a seguito dell’incidente stradale, ci risulta che le prestazioni necessarie siano state effettuate correttamente e con una tempistica consona".

"Per quanto riguarda la valutazione del dolore riferito dalla paziente al triage è stato dato un punteggio relativamente basso secondo la scala in uso. In merito alla richiesta dei cd dei radiogrammi eseguiti è stata seguita la procedura in atto e in particolare il rilascio delle copie viene effettuato nei giorni successivi all’evento, come peraltro avviene di norma anche presso altre realtà sanitarie. La signora è stata dimessa in codice verde quindi non presentava situazioni cliniche che prevedessero un ulteriore intervento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento