Via Borgazzi, procedure di chiusura per centro massaggi orientale

Controllo mirato della polizia locale. Il centro non aveva autorizzazione e non era iscritto alla camera di commercio. Una donna trovata con permesso di soggiorno scaduto

La polizia locale ha controllato un centro benessere orientale in via Borgazzi, il "Giglio Oro", avviando le procedure per chiuderlo.

Il centro era infatti privo di autorizzazione e iscrizione alla camera di commercio. Al momento del blitz erano presenti un uomo di 39 anni e due donne di 33 e 37 anni, tutti cinesi. La 37enne aveva il permesso di soggiorno scaduto nel 2010 e su di lei era pendente una "nota di rintraccio" dell'ufficio immigrazione della questura di Caltanissetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il titolare invece risulta trovarsi in Cina. Il centro offriva prestazioni rilassanti di vasta gamma, da 20 euro a 60.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, impennata di contagi in un giorno in Brianza: i numeri a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento