Minaccia moglie e figli, allontanato 48enne torna nell'appartamento con un coltello

L'arresto a Cinisello Balsamo

Aveva minacciato moglie e figli ed era stato allontanato dall'abitazione di famiglia ma il giorno dopo, a poche ore dalla denuncia per minacce aggravate, il 48enne si era ripresentato alla porta della famiglia, con un grosso coltello in mano, cercando di farsi aprire con minacce di morte. 

In manette, arrestato dalla polizia di Stato per atti persecutori, è finito un 48enne italiano a Cinisello Balsamo. Nel pomeriggio di martedi' i poliziotti hanno fatto scattare le manette per R.M.A., dopo che a Capodanno l’uomo era stato indagato per minacce aggravate nei confronti della 48enne moglie convivente e dei due figli, di cui uno minore.

Dopo la denuncia, gli agenti avevano notificato al 48enne il decreto di allontanamento d’urgenza dalla casa familiare emesso dall'autorità giudiziaria di Monza. Nonostante il divieto previsto l’uomo, mercoledi' pomeriggio è tornato nella casa dove si era chiusa la famiglia e ha cercato di farsi aprire impugnando un coltello.

Nell'abitazione sono intervenuti i poliziotti del commissariato di Cinisello Balsamo che hanno arrestato il 48enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento