Cronaca

Qualità della vita, Monza e Brianza al ventinovesimo posto in classifica

A Monza e dintorni non si vive poi tanto male: la Brianza guadagna dodici posizioni rispetto allo scorso anno

A Monza e in Brianza non si vive poi tanto male. A dirlo è la classifica relativa alla Qualità della Vita, redatta da Il Sole 24 Ore. Rispetto allo scorso anno la provincia brianzola ha guadagnato ben dodici posizioni, collacandosi al ventinovesimo posto, dietro a Rimini e Bergamo e prima di Vicenza e Macerata. 

In vetta allo studio spiccano Belluno, Aosta e Sondrio, fanalino di coda Reggio Calabria, Taranto e Caserta, situate rispettivamente alle posizioni 108, 109 e 110. 

Al trentanovesimo posto per gli indicatori relativi alla Ricchezza e ai Consumi (Pil pro capite, importo pensioni, depositi bancari e acquisti), Monza e Brianza precipita al 69esimo posto per quanto riguarda i parametri di Ambiente e Servizi (Ecosistema urbano, consumo di suolo, banda larga) mentre si colloca al 45esimo posto per Lavoro e Innovazione (disoccupazione giovanile, imprese registrate, tasso di occupazione). Molto buono invece il dato relativo al parametro Giustizia e Sicurezza per cui la provincia brianzola si colloca addirittura al 12esimo posto grazie anche al minor numero di truffe e frodi informatiche registrate.

Male invece la Cultura e il Tempo Libero per cui Monza si colloca al 71esimo posto tra i capoluoghi di provincia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Monza e Brianza al ventinovesimo posto in classifica

MonzaToday è in caricamento