menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strage al tribunale, malore per il killer: disposta perizia psichiatrica

Claudio Giardiello, l'uomo accusato della strage al tribunale di Milano, ha accusato un malore durante l'interrogatorio di garanzia nel carcere di Monza. Disposta la perizia psichiatrica

Proprio come nel giorno dell’arresto. Proprio come quel tragico giovedì in cui ha fatto una strage. Claudio Giardiello, l’uomo accusato di aver ucciso tre persone nel tribunale di Milano, ha avuto un malore nel carcere di Monza poco prima che iniziasse l’udienza di convalida dell’arresto. 

Il gip Patrizia Gallucci era arrivata nel penitenziario di via Sanquirico poco dopo le 9.30, orario previsto per l’interrogatorio di convalida del fermo, ma ha dovuto interrompere i suoi accertamenti. 

Il legale del killer, l’avvocato Nadia Savoca, ha spiegato che c’è stata l’udienza di convalida, ma non l’interrogatorio di garanzia, che si svolgerà lunedì.

Lo stesso giudice ha disposto per l'uomo una perizia psichiatrica. 

“Ha avuto un malore - ha spiegato l’avvocato di Giardiello - E’ in stato confusionale e non è in grado di riconoscere neanche il difensore. Non è stato possibile proseguire, ha perso conoscenza ed è stato subito portato nell’infermeria del carcere”. 

Già giovedì, giorno della strage, Giardiello aveva accusato un malore durante il primo interrogatorio dei carabinieri ed era stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Vimercate. Da quel momento, l'ex imprenditore edile diventato killer aveva deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento