Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

L'albero con la cocaina nascosta sotto la terra, padre e figlio in manette ad Arcore

I due sono stati sorpresi dai carabinieri con il cane antidroga al seguito mentre recuperavano delle dosi di droga vicino a casa

Immagine di repertorio

L'albero con la cocaina nascosta sottoterra e due uomini - padre e figlio - in manette. Ad Arcore nei giorni scorsi i carabinieri della compagnia di Monza hanno arrestato due cittadini di origine marocchina di 53 e 20 anni per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

A condurre proprio in quell'abitazione i militari dell'Arma con il cane antidroga Harry del Nucleo cinofili di Casatenovo al seguito era stato un insolito viavai notato nell'appartamento. Movimenti e frequentazioni sospette che avevano fatto scattare gli accertamenti e poi la perquisizione. 

cocaina-13

I due sono stati sorpresi dal personale proprio mentre recuperavano la droga dal nascondiglio, sotto una pianta vicino a casa. In totale sono stati rinvenuti 17 grammi di cocaina suddivisi in 7 dosi e 1.600 euro in contanti insieme a un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

soldi droga cocaina-2

Un altro arresto a Brugherio

Nelle stesse ore poi un altro spacciatore è finito in manette a Brugherio. Durante un normale controllo in zona San Damiano i militari della stazione cittadina hanno fermato un 36enne italiano che aveva con sé 5 dosi di cocaina per un totale di 10 grammi insieme a un bilancino di precisione e 275 euro in contanti. A casa l'uomo nascondeva altri 15 grammi della stessa sostanza. Ora si trova in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'albero con la cocaina nascosta sotto la terra, padre e figlio in manette ad Arcore

MonzaToday è in caricamento