Cocaina purissima e 13 mila euro scoperti in un appartamento: presi i fornitori dei pusher

In manette a Lentate sul Seveso sono finiti due stranieri di 37 e 36 anni

La droga e il denaro sequestrato

Erano i fornitori di cocaina della Valle del Seveso. Due spacciatori marocchini capaci di rifornire di polvere bianca decine di piccoli pusher attivi nei comuni ai confini tra la Brianza monzese e Varese e Como. Ora i due spacciatori nordafricani di 37 e 36 anni, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti dai carabinieri di Seregno.

Nella loro casa in via San Fedele, a Lentate sul Seveso, i militari hanno scoperto una super partita di droga di 146 dosi per un totale di circa grammi di cocaina purissima per un valore di circa 15mila euro. Insospettabile l’appartamento, identico a tanti altri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In realtà i due spacciatori lo avevano trasformato in un vero e proprio laboratorio per il taglio e il confezionamento di cocaina. Tra le stanze sono stati scoperti bilancini di precisione, sostanze da taglio, fornelli e altri accessori necessari per preparare le dosi, oltre a 13.300 euro in contanti. La droga veniva poi diffusa a Lentate, Meda, Seveso, ma anche nei boschi del Parco delle Groane. I due pusher sono stati portati nel carcere di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento