Con un coltello in stazione aspetta il rivale "per vendicarsi": interviene la polizia

La polizia di Stato ha fermato e denunciato per porto abusivo d'arma da taglio un 28enne straniero a Monza giovedì sera

Sono arrivati prima che potesse accadere il peggio e che la stazione di Monza potesse essere teatro di una sanguinosa aggressione a colpi di coltello per vecchie ruggini tra due uomini.

Il personale del commissariato di viale Romagna intorno alle 23.30 è intervenuto in via Arosio dove una volontaria preoccupata aveva segnalato la presenza di un uomo che si aggirava in zona con un coltello. Una volta giunti sul posto, gli agenti hanno individuato il 28enne straniero con una vistosa cicatrice sul volto e lo hanno perquisito: tra la gamba e la schiena l'uomo nascondeva un lungo coltello con impugnatura in legno e una lama fissa ricurva tipo stiletto lungo 38 centimetri. 

Il 28enne, con alle spalle numerosi precedenti, è stato denunciato per porto abusivo di arma da taglio. Ai poliziotti ha spiegato di avere con sè il coltello per vendicarsi di un connazionale che tempo fa, dandogli una bottigliata in testa, gli aveva procurato la cicatrice che ora ha in fronte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento