menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresto cardiaco dopo l'anestesia per la liposuzione: 39enne ancora in coma

Terapia Intensiva Neurochirurgica dell'ospedale San Gerardo di Monza

E' ancora in coma A.M.T, la donna di trentanove anni che dopo l'anestesia nello studio di un chirurgo plastico di Seregno martedì pomeriggio ha avuto un arresto cardiocircolatorio.

Le sue condizioni, secondo quanto reso noto dal bollettino medico emesso dal San Gerardo, restano critiche. La donna infatti è ancora ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva Neurochirurgica dell'ospedale monzese ed è in coma post-anossico. 

L'arresto cardiaco dopo l'anestesia

Resta ancora da chiarire che cosa sia successo nello studio medico di via Stoppani del dottor Maurizio Cananzi, 57 anni, dove la donna si era presentata per un intervento di liposuzione ai glutei. Subito dopo l'iniezione di anestetico però la donna è andata in arresto cardiaco. Sul posto si è precipitata una ambulanza del 118 che ha trasferito la donna al San Gerardo dove è stata ricoverata nel reparto di Neurorianimazione.

La 39enne, spiegano dal San Gerardo, è in coma dal momento dell'ingresso in ospedale e non si sono registrati miglioramenti clinici: le condizioni permangono estremamente critiche. Per la giornata di giovedì sono in programma una serie di accertamenti clinici per definire l’entità del danno cerebrale post-anossico che, dai primi accertamenti, appare estremamente grave.

Indagato il chirurgo

Al momento non sono ancora state determinate le cause che hanno portato la 39enne in arresto cardiaco che restano ancora da accertare. I carabinieri hanno fatto scattare i sigilli per lo studio medico per effettuare tutte le verifiche del caso e al momento il chirurgo plastico è indagato per lesioni colpose gravissime.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento