Stabili le condizioni di Elena ma la donna resta in coma farmacologico

Gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni di salute della 35enne aggredita a colpi di mazzetta da muratore dall'ex compagno suicida a Briosco

Elena Di Rienzo (Facebook)

Il peggio sembra essere passato. Elena Di Rienzo, la 35enne aggredita a colpi di mazzetta da muratore lo scorso mercoledì nel garage dell'abitazione dove viveva con l'ex compagno suicida, ha superato la fase tecnicamente definita come "acuta".

Secondo quanto è stato reso noto martedì mattina dall'ospedale San Gerardo di Monza dove si trova ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva Neurochirurgica Elena ha superato la fase acuta, quella più delicata dove il rischio per la sua vita era altissimo. La donna è ancora in coma farmacologico, sedata e intubata e, salvo complicanze improvvise, le sue condizioni sono stabili in quanto i parametri vitali sono tenuti sotto controllo dalla terapia.

Dopo il terzo intervento chirurgico alla testa nella notte tra sabato e domenica, la donna almeno per il momento non rientrerà più in sala operatoria e i medici attendono la stabilizzazione delle sue condizioni. Tra un mese, gradualmente, si comincerà a provare a svegliare la 35enne dal coma per valutare la risposta agli stimoli da parte degli organi interni.

E' troppo presto invece per dire quali conseguenze la donna potrebbe aver riportato in seguito all'accaduto e quali potrebbero essere le sue condizioni una volta uscita dal coma. La speranza è che Elena possa svegliarsi presto e tornare a sorridere soprattutto per i suoi bambini Matteo, 4 anni, e Giorgia, 2 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto sabato pomeriggio a Briosco si sono tenuti i funerali di Cristian Redaelli, il decoratore 43enne, compagno di Elena e padre dei suoi bambini, che dopo aver aggredito la donna si è tolto la vita gettandosi da un ponte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento