Cronaca

"Salviamo il quartiere dal degrado": nasce il Comitato cittadini liberi San Fruttuoso Triante

Si è costituito ufficialmente davanti a un notaio. L'obiettivo è il rilancio del quartiere con la costruzione della palestra e del centro civico

Poche settimane fa erano nati come semplice gruppo di cittadini sensibili alle problematiche del quartiere. Nella settimana di Pasqua hanno organizzato una raccolta di generi alimentari e vestiti per le famiglie bisognose del quartiere, e una colletta per aiutare il giostraio del rione a riaprire l’attività. Adesso il gruppo è diventato ufficialmente un Comitato: il 31 marzo, con atto notarile, è nato il Comitato cittadini liberi San Fruttuoso Triante fondato da Filippo Stilo, Marcella Crivelli, Niccolò Bandini, Roberto Marotta e Giuseppe Natale.

"Da decenni nel quartiere ci sono zone degradate e abbandonate"

Il gruppo che crede fortemente nel rilancio del quartiere. “A San Fruttuoso ci sono zone degradate – spiega il Comitato a MonzaToday –. È dal 1963 che in via della Taccona c’è un capannone dismesso. In quel capannone, proprio davanti al Castello, i residenti ci segnalano rifiuti abbandonati, bivacchi notturni, e lungo la strada spaccio e prostituzione. È un degrado che qualcuno vorrebbe mantenere così”. Il Comitato entra a gamba tesa nella bagarre scoppiata nel quartiere in merito al progetto del Comune di Monza di realizzare – proprio davanti al Castello – una palestra polifunzionale destinata alle associazioni sportive del rione, e di realizzare un nuovo centro civico. Già nelle passate settimane alcuni cittadini avevano manifestato chiedendo che quell’area verde non venisse cementata e la palestra realizzata utilizzando altri spazi dismessi all’interno del quartiere.

"Non ci sono strutture adeguate alla riqualificazione"

“Oggi San Fruttuoso è ben diversa da quella degli anni Sessanta – spiegano -. Ci sono pochi servizi e tante aree degradate. Ha anche una buona edilizia, buoni spazi verdi, e il maggior numero di spazi agricoli che esiste in tutti i quartieri di Monza. Realizzare un nuovo centro civico, una palestra che verrà utilizzata da centinaia di giovani atleti del quartiere dovrebbe essere l’obiettivo di coloro che amano il quartiere e che vogliono vederlo rinascere”. Un obiettivo che il neonato Comitato sostiene. Di ricavare le strutture da aree dismesse è impossibile. “Gli spazi pubblici già esistenti a San Fruttuoso sono modesti, vecchi e poco utilizzabili – concludono -. Impossibile realizzare una palestra polifunzionale sotto il telone che copre il vecchio bocciodromo di via Iseo: la struttura è priva di spogliatoi e di altre strutture indispensabili. Altrettanto impossibile realizzare una sala riunioni nella chiesetta sconsacrata del centro sociale di via Tazzoli: il locale è piccolo e privo di uscite di sicurezza che sono indispensabili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Salviamo il quartiere dal degrado": nasce il Comitato cittadini liberi San Fruttuoso Triante

MonzaToday è in caricamento