Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Ruba un ricettario medico e fa scorta di ossicodone: sorpreso con 168 capsule

L'oppiaceo, probabilmente destinato al mercato nero, ha una natura narcotica quattro volte maggiore della morfina e dieci volte più potente del metadone. In manette 39enne

Si è appropriato di un ricettario medico, ha falsificato le ricette e si è presentato in farmacia per acquistare centosessantotto capsule di ossicodone. Una scorta massiccia di una sostanza psicotropa, forse un po' troppo, che non è passata inosservata.

In manette per ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e psicotropa è finito un uomo di 39 anni, egiziano, senza fissa dimora con precedenti per reati connessi alla droga. L'uomo è stato fermato venerdì 7 giugno e sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai militari del Nucleo Operativo Radiomobile di Monza. 

Secondo quanto ricostruito il 39enne, utilizzando un ricettario medico rubato lo scorso ottobre 2018 da un ambulatorio medico di Cinisello Balsamo, ha acquistato in una farmacia di Monza sei confezioni di ossicodone cloridrato per un totale di 168 capsule dell'oppiaceo che avrebbe una natura narcotica quattro volte maggiore della morfina e dieci volte superiore al metadone. 

Ad allertare i carabinieri e far scattare le indagini che hanno portato al fermo è stata la segnalazione del responsabile dell'ordine dei farmacisti monzesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un ricettario medico e fa scorta di ossicodone: sorpreso con 168 capsule

MonzaToday è in caricamento