Concorezzo, prime condanne per la banda dei cronotachigrafi

Prime condanne per la Tachoservice di via Brodolini a Concorezzo che truccava gli apparati di monitoraggio dei camion. Centinaia i tir circolanti e manomessi

Truccavano i dati dei cronotachigrafi, strumenti utilizzati per monitorare le ore di guida, la velocità e la distanza percorsa dai camion. Un 50 enne di Concorezzo, I.R., titolare della "Tachoservice" in paese è stato condannato a cinque anni di reclusione con interdizione dai pubblici uffici;  C.B. (53), di Rozzano, ideatore del dispositivo commercializzato dalla Tachoservice è stato ammesso al patteggiamento, riportando una condanna a 2 anni di reclusione. Restano in attesa di giudizio M.R e G.B, residenti nel milanese e titolari della ditta.

Centinaia i tir "truccati". L'indagine è stata avviata nel maggio 2011 dalla Polizia Stradale  di Vicenza. Il ministero dello Sviluppo Econopmico ha revocato l'autorizzazione di centro tecnico per la revisione cronotachigrafi che era stata rilasciata alla Tachoservice. A Concorezzo è presente una dogana per tir: una posizione strategica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento