Cronaca

Il sindaco ritira la querela contro il cittadino che lo aveva insultato sui social

Succede a Concorezzo: Mauro Capitanio accetta la lettera di scuse dell'utente che lo aveva accusato

Il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio

Il sindaco di Concorezzo è ritornato sui suoi passi: ha ritirato la denuncia contro un suo concittadino che nel 2020 lo aveva diffamato sui social.

Una lettera di scuse, poi un incontro a quatt’occhi e un contributo a un’associazione di volontariato del territorio. Finisce con una stretta di mano, e non con un contenzioso in Tribunale, la questione della querela che Mauro Capitanio, primo cittadino di Concorezzo, aveva presentato contro un concorezzese che a maggio 2020, su Facebook, lo aveva pesantemente insultato in merito alla vicenda di Asfalti Brianza.

Capitanio aveva deciso di intervenire attraverso le vie legali: non solo nei confronti del concorezzese, ma anche di altri utenti che avevano avuto parole molto pesanti sui social.

Il concoresseze successivamente gli ha inviato una lettera di scuse e il sindaco, a quel punto, ha deciso di ritirare la querela. “Comprendo il disagio quotidiano di molte famiglie e proprio per questo motivo questa amministrazione da due anni combatte in ogni sede perché per loro si ripristini una condizione accettabile di vita – spiega Capitanio –. Quello che non è tollerabile è la leggerezza con cui si scrivono pesanti accuse sui social, in primis quelle di corruzione".

"E’ vero che il sindaco rappresenta tutta l’amministrazione ma ci si dimentica che dietro quel ruolo ci sono anche una persona, un lavoratore, un papà - precisa Capitanio –. Oltretutto pesanti accuse da persone che non ho mai avuto il piacere di incontrare di persona. Non pretendo che tutti apprezzino quello che stiamo facendo ma è importante che questa vicenda insegna che, pur nel rispetto di posizioni diverse o lontane, non si superi mai il limite del rispetto delle istituzioni e soprattutto delle persone”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco ritira la querela contro il cittadino che lo aveva insultato sui social

MonzaToday è in caricamento