Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Villa Reale / villa reale

Concorsi internazionali per Rose Nuove, la passione sboccia in Villa

Un mese quello di maggio, dedicato al fiore più delicato per antonomasia. La rosa, in tutte le sue varietà e colori. Si è tenuta questa mattina al Roseto Niso Fumagalli della Villa Reale di Monza la 48esima edizione dei Concorsi internazionali per Rose Nuove

MONZA Una tradizione dalla dolce fragranza di fiore. Si è tenuta questa mattina, come ogni anno, all’interno dell’incantevole roseto Niso Fumagalli della Villa Reale, la 48esima edizione dei concorsi internazionali per rose nuove. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione italiana della rosa in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Monza e con il patrocinio di Candy Group. Quest’anno a gareggiare per il primo premio sono state 81 nuove varietà di rose, create da 23 rosaisti provenienti da Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera e, ovviamente, Italia. A rappresentare la famiglia Fumagalli è stato Silvano, presidente dell’Associazione Italiana della Rosa, che, guidato dall’amore per i fiori, ha deciso di portare avanti l’opera della madre, Ester Boschetti Fumagalli. La past-president ha condotto il gruppo per 18 anni, dopo averlo ereditato dal marito Niso, fondatore del roseto nel 1964 e iniziatore del concorso.

Il 2012 ha poi visto una nuova madrina presenziare all’iniziativa. È stata Fernanda Giulini, musicista e musicologa a vestire quest’anno tali panni. L’artista è conosciuta soprattutto per aver curato una delle più importanti raccolte di strumenti musicali antichi a Villa medici Giulini a Briosco, dove organizza anche master classes di pianoforte. Un ruolo importante, quello della madrina, che in passato è stato ricoperto da illustri nomi di amanti delle rose, tra cui quello della principessa Grace di Monaco e di Carla Fracci. Per quanto riguarda i membri esteri della giuria anche quest’anno si sono affollati i grandi nomi del settore. Presenti infatti Kenneth J. Grapes, past-president della World Federation of Rose Societies, Henrienne De Briey, Inger Schiening, Michael Roberts, Marlise Fertig e Grantisek Glvak. Rispettivamente membri e presidenti delle Associazioni Nazionali della Rosa in Belgio, Danimarca, Gran Bretagna, Svizzera e Repubblica Slovacca.
 
I nomi delle rose scelte dalla giuria per i diversi premi in palio non sono ancora stati resi noti. Le 81 varietà si contendono il titolo di Rosa più profumata. Ma non solo. Anche per il 2012 vengono assegnati premi alle tre migliori rose nelle categorie Ibridi di Tea e Grandiflora, Floribunde, Arbustive, Sarmentose, Tapezzanti. Proclamate poi le vincitrici delle categorie La più bella rosa italiana e La rosa per l’arredo urbano. Ulteriori tre premi riguardano La rosa dei soci, La rosa dei giornalisti, La rosa del pubblico. 
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi internazionali per Rose Nuove, la passione sboccia in Villa

MonzaToday è in caricamento