Abusi su anziani malati, condannati gli operatori socio-sanitari della San Giorgio

Si è concluso con pene fino a 7anni e otto mesi di reclusione il processo che vedeva imputati per aver insultato, maltrattato e, in alcuni casi, anche violentato anziani ricoverati nella casa di cura convenzionata con il comune di Monza

La casa di cura San Giorgio

Pagheranno per aver picchiato, seviziato, insultato e abusato degli anziani ricoverati nella casa di cura milanese San Giorgio.

Giovedì è terminato il processo al Tribunale di Milano contro quattro operatori sociosanitari che operavano nella struttura, convenzionata con il Comune di Monza, e per l'amministratore delegato della San Giorgio, Mariuccia Rossini.

Quest'ultima è stata assolta dall'accusa di favoreggiamento mentre i quattro operatori hanno avuto condanne fino a 7 anni e 8 mesi di reclusione oltre all'interdizione dalla professione sociosanitaria per la durata della pena. 

Vittime dei sanitari mostri sono stati diversi anziani malati di Alzheimer ricoverati presso la casa di cura: alcuni hanno ricevuto solo insulti e umiliazioni mentre quattro donne, tra cui una anziana monzese, sarebbero state addirittura violentate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento