Abbandonano 6 grandi conigli in stazione a Monza

Ma il racconto di un giovane non convince Enpa

Gli animali abbandonati in stazione

Nel pomeriggio di lunedì scorso si presenta presso il rifugio Enpa di Monza in via San Damiano un ragazzo con sei conigli chiusi in una conigliera. Racconta di averli trovati poco prima alla stazione ferroviaria di Monza, di aver chiamato il fratello per farsi aiutare a caricare la conigliera in macchina e di avergli dato del fieno preso da un contadino di un orto lì vicino prima di portarli in Enpa.

"Come sempre, non possiamo che fidarci delle parole di chi abbiamo davanti e mettere al sicuro i poveri malcapitati, ma la dinamica dell’abbandono non è molto chiara. Sembra oltremodo strano che, stando alla storia del ragazzo, nessuno abbia assistito al momento del presunto abbandono in stazione, avvenuto presumibilmente in pieno giorno", raccontano i volontari di Enpa.

"Ma in tal caso sarebbero stati almeno due i colpevoli perché la conigliera contenente i sei conigli era molto pesante e ingombrante e una persona da sola non avrebbe potuto trasportarla. Per questo, se qualcuno avesse visto qualcosa o avesse informazioni utili per aiutarci a scoprire di più su questo assurdo abbandono, può scriverci in forma assolutamente riservata a selvatici@enpamonza.it e sicuri della vostra usuale collaborazione, vi ringraziamo anticipatamente", scrivono ancora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sei nuovi ospiti di taglia XXL I conigli, che andranno a rinfoltire il numero di quelli già ospitati nella nostra struttura, sono sei giovanissime taglie XXL di razze New Zealand e Californian (in queste immagini e nella foto grande in fondo), tre maschi e tre femmine che dalla prima visita veterinaria risultano fortunatamente in salute. Dopo un primo periodo di osservazione saranno vaccinati e non appena raggiunta la maturità sessuale saranno sterilizzati. Sono fortunatamente molto socializzati e probabilmente si tratta di una cucciolata casalinga indesiderata, anche perché sappiamo tutti che se fossero nati in qualche cascina, dove ancora oggi purtroppo sorgono allevamenti abusivi, non sarebbero stati abbandonati ma avrebbero fatto una fine ben peggiore. Come ad esempio quelli in cui ci siamo occupati negli anni scorsi: una quarantina di conigli detenuti in pessime condizioni igienico-sanitarie scoperti a Seregno a maggio 2015, o i 10 conigli da carne in un allevamento abusivo a Monza a gennaio 2015, o i ben 106 conigli detenuti in condizioni di grave maltrattamento in un allevamento abusivo a Cernusco sul Naviglio a maggio 2014", conclude l'Ente protezione animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento