"Strage" di positivi nella casa di riposo: 52 operatori a casa in malattia nella Rsa di Brugherio

Lunedì la denuncia del Comitato parenti della Rsa Bosco in città. Quasi la metà dei dipendenti a casa in malattia. Intanto la direzione corre ai ripari: nei prossimi giorni dovrebbero arrivare una decina di lavoratori, ma il reclutamento non è facile

Il Covid sta facendo strage di personale nella Rsa Bosco in città. Nella residenza sanitaria assistenziale di Brugherio aumentano i casi di operatori sanitari e personale a casa in malattia.

Lunedì la denuncia del Comitato dei parenti che, allarmato, chiedeva chiarimenti alla direzione e si metteva a disposizione per aiutare il personale in affanno nella somministrazione dei pasti.In serata la situazione è ulteriormente peggiorata. Il Comitato ha ricevuto un documento ufficiale con aggiornamenti in merito a quello che stava succedendo nella struttura: nelle ultime due settimane sono 6 gli ospiti deceduti (di cui 2 covid), più della metà degli ospiti (un centinaio in totale) sono positivi e 5 sono ricoverati in ospedale, e ad oggi su 120 operatori (sanitari e non) 52 sono a casa in malattia (tra cui 8 infermieri, 2 medici e 32 Asa).

“Siamo molto preoccupati – commenta Ester Cerizza, presidente del Comitato dei parenti -. Non siamo ancora riusciti a parlare con la direzione, ma abbiamo ricevuto il documento in cui ci aggiornano sull’andamento della situazione. Sappiamo che sono alla ricerca di personale e in questi giorni dovrebbero arrivare 9 lavoratori. Ma il reclutamento degli operatori sanitari in questo momento è molto difficile e noi siamo preoccupati per l’assistenza dei nostri familiari, anche se ci è stato comunicato che gli ospiti risultati positivi sono stati messi immediatamente in isolamento”.

Cerizza spera di avere presto un confronto diretto con la direzione della struttura e risollecita la proposta di reclutare personale anche tra i volontari della Protezione civile e delle Croci.

Nel documento si specifica che le prime insorgenze di sintomatologie covid sono state rilevate in data 10 ottobre per gli ospiti e 12 ottobre per il personale. La procedura di reclutamento di nuovo personale è stata accelerata ma le nuove risorse prima di prendere servizio devono sottoporsi al tampone e il problema principale resta la ricerca di infermieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento