Dopo lo stupro controlli dei carabinieri al Palazzo del Mobile

A Desio

Controlli all’ex Palazzo del Mobile di via Giotto a Desio. Martedì mattina i carabinieri di Desio hanno controllato da cima fondo l’esposizione in rovina. Il «palazzone» questa volta era quasi vuoto: è stato sorpreso al suo interno soltanto un cittadino libico di 28 anni, clandestino e senza fissa dimora.

Per lui è stata avviata la procedura di espulsione. Solo poche settimane fa dentro la struttura abbandonata è stata violentata una ragazzina di 17 anni. Da tempo l’amministrazione comunale sta cercando una soluzione: il progetto di rilancio sembra ormai dietro l’angolo. Forte anche la pressione politica: la scorsa settimana a Desio è giunto il leader della Lega Nord Matteo Salvini che ha chiesto più sicurezza e lotta al degrado. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento