Minorenne sorpreso con un passamontagna e un tubo metallico: denunciato

La scoperta durante i controlli straordinari avviati in città dalla Polizia di Stato dopo l'escalation di violente rapine ad opera di giovanissimi in centro città

Immagine di repertorio

Giro di vite a Monza contro i baby-rapinatori. Nel corso del weekend il commissariato di Polizia di Stato di Monza ha disposto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha messo in campo circa 25 agenti, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine fornito dalla Questura di Milano. Le attività si sono concentrate nell'area di piazza Castello, della stazione, e dei Giardini della Villa Reale: gli agenti hanno controllato oltre 28 ragazzini e fermato un 16enne che si aggirava con un passamontagna e una spranga. 

Il servizio è stato disposto in seguito agli episodi criminali ad opera di giovanissimi che nelle ultime settimane si erano registrati in città con rapine violente consumate in strada e colpi messi a segno in negozi. Durante uno dei controlli i poliziotti hanno fermato un ragazzo del '99 che aveva con sè un passamontana per travisare il volto e un tubo metallico di circa 30 centimetri con l'estremità leggermente schiacciata, pericolosissimo se usato come oggetto contundente e simile anche a un piede di porco. Proprio in relazione alla pericolosità dello strumento con cui il ragazzo si aggirava in città i poliziotti hanno denunciato il 16enne. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei controlli nei guai è finito anche un altro giovanissimo identificato come l'autore dei furti al distributore di latte di viale Libertà da una volante della Polizia di Stato mentre era in sella alla sua bicicletta. Gli agenti non hanno avuto dubbi e grazie al cappellino che il giovane indossava, alla sue scarpe e ai tratti del viso hanno capito che era proprio il ladruncolo ricercato per la razzia di monetine dal distributore e immortalato dalle telecamere. Anche lui 16enne, anche lui denunciato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento