Cronaca

Coronavirus, 300 automobilisti fermati e controllati: scattano 8 denunce

Due giorni di controlli per l'attuazione delle disposizioni del decreto per fermare il contagio da Covid-19

Controlli dei carabinieri a Monza e in Brianza

Trecento automobilisti fermati e controllati e quattro locali chiusi. Questo il bilancio dei primi due giorni di attività sulle strade del capoluogo brianzolo e della Brianza dei carabinieri del comando provinciale di Monza dopo l'entrata in vigore del decreto dell'8 marzo che limita gli spostamenti non necessari per il contenimento del contagio da coronavirus. 

Gli automobilisti fermati hanno mostrato ai militari l'autocertificazione oppure hanno compilato il documento sul posto al momento dell'accertamento. Non sono mancate le denunce legate dovute a spostamenti non necessari effettuati dai cittadini nonostante i divieti più volte ribaditi. Otto persone sono state deferite in stato di libertà perchè sorprese a circolare senza una motivazione. Anzi nel corso dei controlli serali alcuni automobilisti - soprattutto i più giovani - alla richiesta del motivo per cui si fossero messi al volante e si stessero spostando, hanno spiegato di essere diretti a casa di amici per giocare a videogiochi, incuranti del divieto. 

Durante i controlli i carabinieri hanno accertato anche alcune violazioni in quattro esercizi commerciali. Alcuni di questi risultano dei ristoranti che consentivano l'accesso ai clienti anche in tarda serata. Le attività verranno segnalate alla prefettura "per la sanzione accessoria della sospensione della licenza, poiché trovati in condizioni non compatibili alle prescrizioni imposte dal decreto". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 300 automobilisti fermati e controllati: scattano 8 denunce

MonzaToday è in caricamento