Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Seregno

Lavoratori in nero (tra cui una minorenne) e violazioni, 35mila euro di multa a bar e pizzeria

I controlli sono scattati in Brianza, tra Seregno e Meda, nel weekend

Immagine di repertorio

Movida e controlli. Ammontano a 35mila euro le sanzioni arrivate per tre locali in Brianza in seguito a una ispezione effettuata nel corso del fine settimana dai carabinieri della compagnia di Seregno con il supporto del personale specializzato dei nuclei antisofisticazione e sanità (N.A.S.) e ispettorato del lavoro (N.I.L.) di Milano e del personale dell’ufficio di polizia giudiziaria dei Vigili del Fuoco di Monza.

Il servizio di controllo straordinario del territorio è stato organizzato per verificare il rispetto delle disposizioni di contenimento pandemico covid-19 e delle normative di settore che regolano le attività dei pubblici esercizi di somministrazione con particolare attenzione al contrasto del “lavoro nero”. L'attività ha coinvolto tre locali - una pizzeria a Meda e due bar a Seregno - e una trentina di avventori che sono stati sottoposti a controllo.

Minorenne al lavoro e violazioni, multe da 20mila euro a Seregno

Due dipendenti in nero, senza contratto, tra cui anche una minorenne: al lavoro nel locale a 17 anni. E violazioni in materia di norme igienico sanitarie e di sicurezza con sanzioni pari a 16mila euro. I controlli dei militari dell'Arma nel weekend a Seregno hanno interessato un bar del centro. Insieme al verbale per l'impiego di manodopera in nero sono state contestate carenze igienico-sanitarie per il disordine e la scarsa pulizia dei locali e degli strumenti di preparazione dei cibi con la presenza di residui di lavorazione degli alimenti risalenti anche a giorni addietro. Le violazioni hanno riguardato anche la sicurezza: il personale dell’ufficio di p.g. dei vigili del fuoco di Monza ha rilevato importanti carenze tra cui l'irregolarità delle vie di emergenza. Oltre alla multa è scattata la sospensione dell’attività imprenditoriale e per il titolare è arrivata una denuncia.

Nel locale - già fatto chiudere (e poi subito dissequestrato) nelle scorse settimane dai militari dopo che una ragazzina di 15 anni era stata sorpresa mentre usciva dal bar con un gin lemon in mano - i controlli sono proseguiti fino a tarda notte e non sono passati inosservati. Insieme all'attività, sempre a Seregno, è stato multato anche un altro locale a cui è stato contestato il mancato rispetto delle procedure di abbattimento, conservazione e tracciabilità dei prodotti lavorati (HACCP; assenza di etichettatura sui lavorati e utilizzo improprio di un abbattitore che, con la presa staccata, era stato adattato a dispensa). A verbale anche diverse inadempienze in tema di sicurezza sul lavoro. La multa ammonta a circa 4.500 euro a cui si aggiunge una denuncia per il titolare. 

Lavoratori in nero e telecamere "abusive": maxi multa a pizzeria

A Meda i controlli hanno interessato una pizzeria dove dei sei dipendenti presenti tre sono risultati in nero. All'esercizio è stata contestata la violazione di alcune norme tra cui anche l'installazione di un impianto di videosorveglianza abusivo. Dai controlli effettuati dai militari della compagnia di Seregno e dai reparti specializzati sono emerse carenze strutturali e in tema di sicurezza sul lavoro.

Per l'attività è scattata una multa di 14mila euro con contestuale chiusura fino al momento dell'adempimento delle prescrizioni. Il locale è stato segnalato alla competente autorità sanitaria mentre per il titolare è arrivata una denuncia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori in nero (tra cui una minorenne) e violazioni, 35mila euro di multa a bar e pizzeria

MonzaToday è in caricamento