Cornate, vietato tuffarsi nell’Adda. Multe salate per i trasgressori.

E' pronta l'ordinanza che vieta i bagni nel fiume, per evitare gli annegamenti. Multe fino a 500 euro per i trasgressori.

Cornate d'Adda, ordinanza vieta i bagni nel fiume.

CORNATE D'ADDA -  L’Adda è un fiume splendido ma anche pericoloso. Ogni anno durante l’estate si contano diversi decessi per annegamento tra gli imprudenti bagnanti.

A Cornate è scattata l’emergenza e il sindaco Fabio Quadri, per evitare nuove tragedie, ha nel cassetto un’ordinanza che vieta i tuffi nel fiume. Chi trasgredisce rischia multe da 25 a 500 euro.

Nel weekend sono centinaia i turisti che scelgono l’Adda per una gita fuori porta, per un pic-nic, per le visite alla centrali idroelettriche e al santuario della Rocchetta o semplicemente per prendere il sole in compagnia.

Da adesso in poi però, l’ingresso in acqua sarà off-limits. A onor del vero, i cartelli indicanti il divieto di balneazione esistono già da tempo ma vengono spesso ignorati. Questa nuova misura potrebbe convincere i turisti a non prendere rischi inutili, per la loro sicurezza personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento