Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Giussano

Corriere non consegna 26 telefonini e li rivende: denunciato insieme a 23 persone

Tutti gli acquirenti dei cellulari sono stati rintracciati dai carabinieri a cui hanno fornito le più assurde scuse come giustificazione

Pensava che nessuno se ne sarebbe accorto e che tutto sarebbe stato risolto come un "errore di spedizione". Invece per un 41enne ecuadoregno, impiegato come corriere espresso in una azienda che si occupa di consegne, non è andato tutto liscio. E con lui nei guai sono finite anche altre 23 persone.

L'uomo nell'agosto 2014 aveva tenuto per sè 26 telefoni cellulari, sotraendo i dispositivi da una partita di merce che ne contava 800 destinati a un esercizio commerciale brianzolo. Il proprietario di un noto negozio di telefonia mobile non aveva creduto alla "scusa" dell'errore di spedizione e aveva subito denunciato l'accaduto presso la stazione dei carabinieri di Giussano che avevano così avviato un'indagine. 

I militari, grazie agli accertamenti, sono riusciti a ricostruire la destinazione sul mercato clandestino dei cellulari e a risalire agli utilizzatori di ciascuno smartphone rubato. Qualcuno, convocato in caserma dai carabinieri, ha raccontato di aver trovato per caso il telefono su una panchina al parco, altri hanno riferito di averlo ricevuto in regalo da uno sconosciuto e altri ancora di averlo acquistato per strada ma gli inquirenti non hanno creduto a una sola parola e hanno denunciato 23 persone, tutte residenti nell’area di Milano ed hinterland, per il reato di ricettazione. Secondo quanto ricostruito infatti tutti gli acquirenti, sebbene consapevoli della provenienza furtiva dei telefonini, non hanno esitato ad acquistarli.

La posizione più grave resta quella del corriere, segnalato all’Autorità giudiziaria per furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corriere non consegna 26 telefonini e li rivende: denunciato insieme a 23 persone

MonzaToday è in caricamento