Gran Premio di Monza, numeri da record per la Croce Rossa: 150 volontari in pole position

Il personale nel weekend lungo della manifestazione è stato impegnato per garantire la sicurezza dei piloti e degli spettatori

Il Campo base della Croce Rossa nel Parco

Centocinquanta volontari, un enorme campo base con oltre ottanta posti letto e una postazione nella sala operativa interforze. Questi i numeri del Gran Premio di Monza 2019 della Croce Rossa. Insieme ai volontari del Comitato cittadino, a Monza, per il Gp, con un ingente dispiegamento di volontari e di mezzi, hanno lavorato anche i colleghi della provincia di Monza e Brianza e del comitato di Milano.

I 150 volontari sono stati impiegati su più fronti. Mercoledì al Parco è stato allestito il Base CRI Camp: un grande campo base con funzione di logistica con 85 posti letto dedicati ai volontari, ai volontari del Corpo militare e alle Infermiere volontarie. Un grande dormitorio con tensostrutture, anche di ultimissima generazione, una sala operativa mobile dotata di antenna telescopica fondamentale per i servizi di telecomunicazione, oltre a una postazione nella sala operativa interforze. Un grande campo base allestito mercoledì mattina e smontato domenica sera dove, nel corso della tre giorni di prove e di corse, sono stati preparati e serviti oltre 700 pasti (precisamente 210 venerdì, 294 sabato e 252 domenica). 

Preziosa la presenza nel Parco lungo i diversi percorsi di accesso alla pista di 6 postazioni medico avanzate: postazioni con personale medico, sanitario e volontari di Croce Rossa con un ambulatorio dedicato per le piccole necessità sanitarie (cali di pressione, slogature, punture di insetto, medicazioni…). Affiancati dai volontari che all’ingresso distribuivano, dietro offerta libera, i tappi per seguire il Gran Premio attutendo il rumore dei bolidi.

Da giovedì a domenica i volontari della Croce Rossa di Monza hanno gestito il Medical Camp dell’Autodromo occupandosi del montaggio dei paddock, del centro mobile di rianimazione dotato di due postazioni Bls per il soccorso in pista. Preziosa la presenza del team di estricatori per l’estrazione in sicurezza del pilota dalla monoposto in caso di incidenti, con immediato trasporto al Medical Camp. Preziosa la presenza delle Infermiere volontarie che erano presenti alla Tribuna Ascari, per l’assistenza delle persone con disabilità ospiti dell’associazione Amici dell’Autodromo. 

I volontari della Croce Rossa di Monza presenti anche in centro, per la gestione delle colonnine 118.

“Sono felice e orgoglioso della macchina organizzativa messa in piedi per l’evento del Gran Premio di Formula 1 – commenta il presidente Dario Funaro-. È dal mese di gennaio che stiamo lavorando per questa grande manifestazione. Archiviato il Gp siamo già al lavoro per altri importanti eventi”.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per diversi metri dal palazzone abbandonato di Desio: 32enne gravissima

  • Il trucco a cui fare attenzione? Ha a che fare con una bottiglietta d’acqua

  • Controlli in un'officina a Muggiò, scoperto deposito di auto che "scottano"

  • Tragico incidente in moto: morto un uomo di 53 anni di Giussano

  • Maltempo a Monza, arrivano i temporali e scatta l'allerta: "Vento fino a 50km/h"

  • Tre chili di cocaina e marijuana nel controsoffitto del centro estetico: arrestato 41enne

Torna su
MonzaToday è in caricamento