Cuccioli in regalo online, l'Enpa li salva e li ospita in canile

Non sono ancora pronti per essere adottati ma presto saranno alla ricerca di una nuova famiglia: il nucleo anti-maltrattamenti è intervenuto a Monza presso un'azienda agricola in zona San Fruttuoso

Alcuni dei cuccioli insieme ai volontari

Un annuncio apparso online, la segnalazione e l’intervento dell’Enpa. E’ così che nove cuccioli sono arrivati al canile di Monza, salvati dai volontari del nucleo anti-maltrattamento.

Una telefonata arrivata alla sezione monzese dell’Ente per la Protezione degli Animali ha segnalato la presenza in rete settimana scorsa di un annuncio in cui un inserzionista si offriva di regalare gratis alcuni cucciolotti di cane nati da poco.

L’autore della segnalazione ha contattato chi aveva pubblicato l’annuncio e si è presentato sul posto: si tratta di un’azienda agricola in zona San Fruttuoso, a Monza. Due cagne avevano partorito da poco più di un mese e i proprietari, non potendo tenere tutti i cani, avevano deciso di regalarli.

“I cuccioli hanno 50 giorni e non sono mai stati visitati da veterinari né sverminati. Ovviamente non sono microchippati, e oltretutto già da un paio di settimane erao alimentati con latte vaccino e pane” spiegano dall’Enpa. Quando il nucleo anti-maltrattamento è arrivato sul posto ha trovato i piccoli, nove cuccioli in totale, all’interno di una stalla, divisi in due recinti, con le mamme che non allattavano più da tempo e non erano a stretto contatto con loro, a spasso per il cortile.

A rispondere all’annuncio erano state diverse famiglie e alcune persone erano già sul posto, intenzionate ad adottare i cuccioli, al momento dell’arrivo dell’Enpa. I proprietari hanno spiegato che non sapevano fosse inadeguato un regime alimentare basato su latte e pane e che volevano regalare i cuccioli perché non si potevano permettere visite, microchip e tutto quanto comporta la gestione di una cucciolata.

“I piccoli sembrano in discrete condizioni di salute ma alimentati in maniera del tutto inadeguata (mai dare latte intero con pane) e in condizioni igieniche non idonee, dal momento che la lettiera era costituita da fieno ormai completamente sporco di urina” hanno spiegato i volontari.

La legge vieta la vendita, cessione o regalo di cani sprovvisti di microchip, che deve essere applicato entro il 60° giorno di vita del cucciolo e per questo motivo i cani sono stati prelevati dall’Enpa e ospitati nel canile. Qui i piccoli sono stati visitati da veterinari e trattati con antiparassitari. I nove cagnolini sono stati battezzati tutti con nomi di illustri premi Nobel (Tenzin, Leymah, Malala, Alva, Shirin, Aung San, Martti, Wangari e Le Duc) ma per il momento non sono ancora in adozione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Enpa di Monza e Brianza sottolinea l'importanza di un'adozione intelligente e responsabile di un animale, soprattutto di un cucciolo, e mette in guardia da annunci che compaiono quotidianamente in rete, consigliando di prendere tutte le informazioni del caso prima di cedere alla tentazione di rispondere. L'associazione ricorda inoltre che i cuccioli di cane e gatto non devono essere staccati dalla madre (e dai fratelli) prima dei due mesi di età, non solo per permettere di terminare lo svezzamento ma anche perché in questo periodo ricevono da lei preziosi insegnamenti comportamentali e sociali che li aiuteranno ad affrontare la vita futura” aggiungano dal canile di via Buonarroti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento