menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cucciolo di ghiro con una brutta ferita soccorso dai volontari Enpa: morto dopo 2 ore

L'animale è morto dopo poche ore: era allo stremo delle forze

I volontari dell'Enpa hanno fatto di tutto per salvargli la vita, ma il cucciolo di ghiro soccorso al Parco di Monza è morto dopo poche ore. È successo nel pomeriggio di sabato 4 agosto, come riportato in una nota diramata dall'ente nazionale protezione animali. 

Il piccolo di circa un mese è stato trovato a terra dalle guardie ecologiche volontarie che lo hanno trovato a terra immobile. Subito soccorso da Yasmine, volontaria esperta di animali selvatici, presentava un buco profondo vicino ai genitali, fortemente infetto e brulicante di larve di mosche. 
 
"La dinamica di quanto accaduto — precisano i volontari in una nota — non è chiara, la presenza di un solo buco non sembra far pensare all'ipotesi di un morso, ma non possiamo escluderlo. Crediamo comunque che a causa di questa ferita, che si è infettata rapidamente, l'animale si sia via via indebolito, rendendolo incapace di arrampicarsi sugli alberi e arrivando, alla fine, a non avere più le forze per muoversi, alimentarsi e allontanare le mosche attirate dall'odore di putrefazione della ferita, favorendo cosi la miasi. Si stima fosse lì a terra da almeno un paio di giorni".

Arrivato al rifugio di via San Damiano a Monza allo stremo delle forze è morto dopo due ore. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento