rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Desio

Partita di basket con rissa: scatta il Daspo per 5 tifosi

Niente eventi sportivi per un anno. Per un altro tifoso il divieto sarà per 5 anni

Acqua San Bernardo Cinelandia Park Cantù contro Urania Milano: la partita di basket finisce con 5 Daspo (Divieto di accesso alle manifestazioni sportive), da uno a cinque anni. I cinque provvedimenti sono stati emessi dal questore di Monza, Marco Odorisio. 

I fatti risalgono allo scorso 21 dicembre quando a Desio, prima della la partita valevole per il campionato nazionale di basket serie A2, durante il deflusso dei tifosi al  Palazzetto ci sono stati disordini. Da quanto riferiscono gli investigatori alcuni tifosi milanesi avrebbero intonato cori contri i tifosi della squadra avversaria. A quel punto alcuni tifosi canturini avrebbero risposto per le rime invitandoli a smettere e rivendicando una sorta di “signoria territoriale” sull’impianto sportivo.

A quel punto i tifosi sono passati dalle parole ai fatti: dai cori si è passati alle mani. E' scoppiata una rissa con calci e pugni. Coinvolti due tifosi locali e tre ospiti, tifosi con un'età compresa tra i 30 e i 61 anni. La rissa è stata sedata grazie all’intervento dei carabinieri della Compagnia di Desio, presenti in servizio d’ordine pubblico, disposto con ordinanza dal questore. 

I poliziotti della Divisione ufficio polizia anticrimine (UPAC) – settore misure di prevenzione personali, hanno avviato un'approfondita attività istruttoria finalizzata alla ricostruzione dei fatti e all’acquisizione di elementi di riscontro, delineando la "pericolosità" delle cinque persone coinvolte. 

Una volta riscontrato come le condotte violente dei 5 tifosi rientrassero tra quelle  per le quali l’art. 6 della legge n. 401 del 1988 consente l’applicazione delle misura di prevenzione del Daspo, e acquisiti elementi fattuali idonei a sostenere il richiamato “giudizio di pericolosità” per l’ordine e la sicurezza pubblica, il questore di Monza e della Brianza, Marco Odorisio, ha emesso i 5 provvedimenti, grazie ai quali i responsabili della rissa non potranno accedere ai luoghi di svolgimento di eventi sportivi e a quelli ad essi connessi, così da evitare che possano prendere parte ad altri disordini delle medesima natura.

Nei confronti dei due tifosi del Cantù e di due dell’Urania Milano il divieto varrà per un anno, mentre per l'altro tifoso milanese, già gravato da precedenti penali connessi agli eventi sportivi e da due Daspo emessi nel 2011 e nel 2014, il divieto durerà 5 anni  con proposta dell’obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partita di basket con rissa: scatta il Daspo per 5 tifosi

MonzaToday è in caricamento