Scontri e fumogeni prima della partita di basket al PalaDesio: quattro daspo

Momenti di tensione tra le squadre “Acqua San Bernardo Cantù” e “Fortitudo Bologna” domenica 24 novembre

Immagine di repertorio

Fumogeni, bombe carta e scontri. In seguito ai disordini avvenuti domenica 24 novembre fuori dal PalaDesio prima dell’inizio del match di basket tra “Acqua San Bernardo Cantù” e “Fortitudo Bologna” il questore di Monza ha emesso quattro provvedimenti di daspo. 

La partita, considerata a rischio per l’accesa e storica rivalità esistente tra le due tifoserie che dopo diversi anni sono tornate a spartirsi il palazzetto, ha vissuto momenti di tensione. Sono stati accesi fumogeni e fatte scoppiare bombe carta che hanno reso estremamente difficoltoso l’intervento delle forze dell’ordine immediatamente intervenute per evitare che la situazione degenerasse.

Diversi tifosi sono stati denunciati per rissa e danneggiamento e il questore di Monza ha emesso quattro daspo nei confronti di tre tifosi del Cantù ed uno del Bologna, della durata dai due ai cinque anni e gravati dall’obbligo di presentazione alla PG essendo alcuni dei destinatari già stati colpiti, in passato, da analogo provvedimento emesso da altri Questori d’Italia.

Sono in corso approfondimenti volti all’identificazione degli altri tifosi della Fortitudo  Bologna che hanno preso parte attiva agli scontri anche con la collaborazione della Questura di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga, otto Mini vinte nei supermercati di Monza e Brianza

  • Follia a Sesto: mamma si lancia col furgone contro la caserma dopo l'arresto del figlio

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Precipita nel vuoto da una cascata di ghiaccio: Lorenzo muore sotto gli occhi dei suoi amici

  • Fermato mentre guidava sulla Milano-Meda, arrestato spacciatore a Bovisio Masciago

  • Bimba di sei anni sviene mentre è nella vasca e finisce sott'acqua: è gravissima in ospedale

Torna su
MonzaToday è in caricamento