Violenza contro le donne: è allarme

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne sono stati rivelati dati allarmanti sul fenomeno

Contro le donne più botte, più violenza e più aggressioni.

Dati allarmanti rivelano che nei primi nove mesi del 2013 si sono consumate oltre il doppio delle violenze tra le mura domestiche rispetto allo stesso periodo del 2011.

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne indetta il 25 novembre occorre riflettere sul desolante scenario che vede sempre più uomini in diritto di usare la violenza come forma di amore mascherato contro le proprie compagne che, troppo spesso, piangono in silenzio.

Sono tanti gli episodi che solo negli ultimi giorni si sono consumati in Brianza con un uomo che a Cavenago ha picchiato la propria moglie di fronte alla figlia minorenne e ai genitori di lei o ancora un marito che dopo un rifiuto sessuale da parte della compagna l’ha violentata sotto gli occhi dei bambini o di un siciliano di Carugate che ha gettato acqua bollente addosso alla compagna causandole ustioni gravissime.

A lanciare l’allarme in Lombardia è anche il centro antiviolenza dell’ospedale Mangiagalli che di recente diffuso alcuni dati che segnalano come gli sos al servizio telefonico nei fine settimana del solo 2013 siano cresciuti del 460%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento