Sesto, esce per andare in chiesa e non torna più a casa: scomparso nel nulla Davide Scotti

Appelli sui social. La moglie e la figlia lo hanno vista l'ultima volta il 13 aprile scorso

Davide nella foto diffusa dai familiari

Moglie e figlioletta lo hanno visto l'ultima volta mentre usciva di casa per andare a messa. Da quel momento, poi, il nulla, il buio più assoluto. 

Sembra essere scomparso nel nulla Davide Scotti, quarantenne di Sesto San Giovanni che dalla mattina dello scorso 13 aprile ha fatto perdere ogni traccia di sé. Quel giorno - secondo quanto racconta la famiglia, che lo cerca disperatamente anche con numerosi appelli sui social - Davide è uscito di casa verso le 7.15 ed è andato nella parrocchia di San Giuseppe, in via XX settembre, per pregare.  

A casa, però, non è mai più tornato. Nell'appartamento di Sesto in cui il quarantenne vive con la moglie e la bimba sono rimasti il suo cellulare, i documenti e le carte di credito. Sembra che pochi giorni prima di sparire, Davide avesse manifestato l'intenzione di visitare un monastero, anche se non aveva mai chiarito quale. 

Al momento della scomparsa, si legge nel volantino diffuso dai familiari, il quarantenne - che è alto 1 metro e 80 e ha i capelli brizzolati - indossava un felpa a righe color panna con cappuccio e zip e un paio di jeans chiari. Un appello per ritrovarlo è stato pubblicato anche dalla trasmissione "Chi l'ha visto?".

Foto - Il volantino diffuso dai familiari

scomparso davide scotti-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento