Cronaca

"Corso Milano trasformato in bagni pubblici: servono decoro e sicurezza"

La denuncia di un lettore che giovedì sera stava andando in centro quando si è imbattuto in situazioni tutt'altro che piacevoli

“Adesso si è davvero toccato il fondo: non si può attraversare una delle vie principali della città ed essere avvolti dal degrado, dall’odore nauseabondo di urina, e incontrare alle nove di sera persone che, senza problemi, si  slacciano i pantaloni davanti ai passanti e scendono lungo le scale del sottopasso ormai chiuso e fanno i bisogni, o prostitute alla ricerca di clienti”.

"La via in mano a delinquenti e incivili"

Questa la testimonianza inviata da un lettore alla redazione di MonzaToday. Il problema del degrado di corso Milano, e in particolare dei sottopassi, è annoso. Tantissime le denunce da parte di cittadini, pendolari e negozianti. Accanto al problema dello spaccio c’è anche quello del degrado.

“Il fatto è accaduto giovedì sera - racconta - Erano da poco passate le 21 quando ho attraversato corso Milano per andare in Duomo a vedere lo spettacolo delle luci. All’altezza del sottopasso chiuso da tempo, ma comunque ricettacolo di tossicodipendenti, spacciatori e sbandati, c’era un uomo che tranquillamente si è abbassato i pantaloni per fare i bisogni”.

"Un biglietto da visita tutt'altro che decoroso"

Il nostro lettore non denuncia il singolo fatto. “Non è la prima volta che assisto a queste scene. Non è ammissibile, non può essere questo il biglietto da visita della mia città: una via che conduce al centro storico scambiata per vespasiano a cielo aperto”.

Ma questo non è stato l’unico ‘incontro’ del monzese. “Davanti a quel sottopasso chiuso c’è anche un distributore automatico di bevande e snack. Lì c’era una prostituta che si è appartata proprio dietro alla macchinetta”.

Gli interventi del Comune

L’Amministrazione comunale in questi anni ha cercato di intensificare i controlli, ma i residenti denunciano che non appena le forze dell’ordine si allontano spacciatori e tossicodipendenti ritornano. A maggio la decisione dell’Amministrazione di chiudere il sottopasso. Ma resta il problema di chi scende le scale e vicino alle grate prosegue le sue attività illecite, o semplicemente incivili.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Corso Milano trasformato in bagni pubblici: servono decoro e sicurezza"

MonzaToday è in caricamento