menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Degrado e bivacco sotto i portici del Comune: la denuncia di un monzese

Da oltre un anno la sede della Pro Monza è chiusa e quell'angolo in pieno centro è diventato un vespasiano a cielo aperto e luogo di bivacco e degrado

“Un tempo era il punto informazioni turistico di Monza, oggi è diventato il vespasiano all’aperto e luogo di bivacco di senzatetto e dei ragazzi. Non è la prima volta che trovo persone che, soprattutto al calar della sera, urinano contro la vetrina del locale. Quando si passa accanto c’è un odore nauseabondo. Per qualche mese è stato utilizzato come “casa” anche da un senzatetto. Non è accettabile tanto degrado proprio accanto al Comune”.

La denuncia arriva da un lettore che da tempo attraversando i portici di piazza Carducci si imbatte in questa scena. Da un anno ormai – complice anche la pandemia – lo spazio di proprietà del Comune è chiuso. La sede della Pro Monza è stata trasferita davanti alla stazione, mentre a dicembre 2019 è stato inaugurato anche l’Infopoint turistico in piazza Trento e Trieste.

Si sono così spente le luci su quella vetrina che per decenni era stata il punto di riferimento per coloro che volevano conoscere le attività culturali in città, o per i turisti alla ricerca di mappe e informazioni.

“Purtroppo il degrado richiama il degrado – incalza il nostro lettore -. So che la situazione è nota anche alla polizia locale che più di una volta è intervenuta. Ma non è possibile tanta inciviltà proprio sotto gli uffici Municipio”.

Da Palazzo riferiscono che entro la fine del mese la Pro Monza ultimerà il trasloco e restituirà i locali al Comune. C'è già un progetto per l’apertura proprio in quegli spazi di attività di sportello a servizio dei cittadini, nella speranza che la presenza di uffici e il continuo via via di persone allontanino  le situazioni di degrado e di inciviltà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento