Lavatrici in strada, auto contromano e tossici: il "degrado" di viale Europa

La segnalazione dei cittadini

Il degrado in viale Europa

Rifiuti abusivi, materassi, pneumatici e carcasse di elettrodomestici abbandonati a bordo strada. E ancora tossici, prostitute e automobilisti senza regole. Gli abitanti di viale Europa a Monza hanno scritto una lettera a MonzaToday per lamentare lo stato di degrado in cui si trovano e solleciitare un intervento da parte dell'amministrazione comunale.

"Abito da oltre 10 anni in viale Europa. La mia famiglia, insieme agli altri abitanti del quartiere, trova il degrado e la pericolosità viabilistica ormai non più tollerabili. Quotidianamente vengono scaricati lavatrici, materassi, pneumatici, e rifiuti di ogni genere (anche tossici!) e nessuno provvede a far nulla".

"Una parte del viale è diventato rifugio per drogati, sbandati e prostitute che lasciano per strada siringhe, preservativi usati e quant'altro! Giusto per la sicurezza dei nostri figli! Allego foto del degrado sperando che sia l'Amministrazione Comunale che il Privato provvedano a riqualificare al più presto una parte di città che è diventata peggio di una discarica a cielo aperto. Senza tralasciare poi la pericolosità del viale verso la via Cavallotti dove l'imbuto che si crea nella curva in discesa comporta forte pericolo di incidente frontale mentre nella parte verso viale Romagna a senso unico transitano costantemente automobili a velocità elevata in contromano".

L.M.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento