Faceva ridere la gente e ora piange, l'ex comico ha perso tutto: "Dormo in auto"

Il drammatico racconto di Marco Della Noce, l'ex meccanico Ferrari di Zelig

Marco Della Noce - Frame Mediaset

Non ha quasi più nulla. Non ha un lavoro, non ha una casa dove dormire, non ha soldi. Gli sono rimasti i suoi figli - "la mia vera forza" - e i tanti ricordi. È stato amaro il destino di Marco Della Noce, il comico diventato famoso qualche anno fa grazie al ruolo di meccanico Ferrari portato sul palco di Zelig accanto a Claudio Bisio. Dopo il successo, le serate, la televisione, per lui è arrivata la crisi, iniziata dopo la separazione da sua moglie.

Nei giorni scorsi - racconta Gigi Baj su "Il Giorno" - per lui è arrivata l'ultima mazzata. In condizioni economiche decisamente precarie, Della Noce è stato sfrattato dalla sua abitazione di Lissone ed è stato costretto a dormire in auto. 

"I servizi sociali mi hanno promesso – ha spiegato il comico al quotidiano – che nei prossimi giorni cercheranno di trovare una sistemazione. Nel frattempo dovevo arrangiarmi. Mai avrei pensato che dopo trentacinque anni trascorsi a fare ridere la gente mi sarei trovato a piangere per una situazione veramente difficile che non auguro a nessuno".

Dopo il divorzio, la sua ex compagna gli ha chiesto gli alimenti per i figli e da lì è iniziata la "discesa" di Marco: la sua partita Iva è stata pignorata e l'attore ha perso ogni forma di guadagno. 

"Stavo girando una scena con Massimo Boldi – ha confidato a Il Giorno – quando mi comunicarono dell’avvenuto pignoramento. Un fulmine a ciel sereno. Le televisioni e le agenzie mi hanno chiuso la porta in faccia così come molti colleghi hanno preferito ignorarmi. Non potendo lavorare non posso neppure fare fronte alle richieste di mia moglie alla quale avevo chiesto anche di rivedere il mantenimento visto le condizioni in cui mi trovavo. Ai giudici ho presentato un ricorso di cui attendo ancora il responso.

"Fortunatamente - ha concluso l'ex meccanico Ferrari - ci sono i miei tre figli ai quali voglio un bene dell’anima. Sono loro la vera forza che mi fa andare avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento