Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Molteno, la cappella di Battisti potrebbe essere demolita

E' questa la volontà espressa dalla vedova del cantautore che vorrebbe evitare che il luogo, che ha ospitato fino a poco tempo fa la salma del cantante, diventi una sacrario

Traslare la salma di Lucio Battisti da Molteno non è bastato, adesso la famiglia del cantautore vorrebbe abbattere la cappella che fino a poco tempo fa la ospitava.

Il luogo che per 15 anni ha accolto la tomba del simbolo della canzone italiana e, con questa, gli omaggi e le attenzioni che quanti volevo ricordarlo gli dedicavano potrebbe essere cancellato.

E' questa la volontà espressa dalla vedova di Lucio Battisti "affinchè la tomba vuota non diventi un sacrario". Per ora si tratta ancora solo di una lontana ipotesi che l'amministrazione comunale non sembra considerare possibile.

''Da parte nostra la contrarietà sarà netta" spiega infatti il consigliere comunale del paese, Angelo Casiraghi. Stando alle indiscrezioni trapelate sul caso, la richiesta di demolizione è stata avanzata solo verbalmente e, finchè non comparirà una domanda ufficiale e protocollata di abbattimento non si potrà procedere. In ogni caso, continua il consigliere, a nome dell'amministrazione comunale, "la cappella è una concessione cimiteriale e non una proprietà: quindi, per noi, la famiglia non ne può liberamente disporre; infatti non può essere nemmeno venduta".

Di fronte alla richiesta la città di Molteno vorrebbe proporre una soluzione alternativa che consenta alla cappella di essere comunque ancora un simbolo per la comunità e non un cumulo di macerie attraverso una sua donazione al comune che ne destinerà il suolo alla sepoltura di suore e preti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molteno, la cappella di Battisti potrebbe essere demolita

MonzaToday è in caricamento