Chi esce senza giustificazione e chi si ritrova a casa per giocare a carte: denunce in Brianza

I controlli delle forze dell'ordine e diverse denunce tra Desio, Limbiate, Lissone e Ceriano

Escalation di denunce per l’emergenza coronavirus nella Brianza Ovest. Tante, tantissimi i denunciati per inosservanza delle disposizioni relative all'emergenza sanitaria e reati annessi messe a segno negli ultimi giorni dai carabinieri di Desio. Troppi, a detta anche del sindaco Roberto Corti, coloro che escono senza un motivo giustificato. O peggio, danno vita anche a piccoli assembramenti, nei giardini pubblici o sulle panchine. In particolare, tra loro ci sono tanti giovani oppure anziani: i più a rischio. 

Numerosi anche i comportamenti decisamente sopra le righe. In coda per entrare al Carrefour di Bovisio Masciago, un tunisino di 27 anni ha perso la pazienza, infastidendo altri clienti in coda e perfino una guardia giurata. Il giovane è andato in escandescenza e ha tentato di sfondare una vetrata, pur di entrare dentro il centro commerciale. E’ stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti. A Ceriano Laghetto, un 40enne di Milano, è arrivato al parco delle Groane per comprare droga. E’ stato denunciato. A Nova Milanese un egiziano di 21 anni è stato fermato per spaccio in un giardinetto del centro. Con sé aveva 9,5 grammi di hashish. Per lui una duplice denuncia: per spaccio e per l'uscita ingiustificata. A Lissone, in via Oslavia, un ecuadoriano di 25 anni, di Monza, una italiana 19enne di Bernareggio e un 43enne peruviano, irregolare, sono stati denunciati per assembramento ingiustificato. Per il peruviano doppia denuncia: anche perché irregolare. Sei denunce a Limbiate: in un appartamento c’erano sei persone che non avrebbero dovuto trovarsi in quella casa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A segnalarle un vicino, disturbato dal chiasso. Al loro arrivo i carabinieri hanno trovato una tavola rotonda con attorno sei uomini e donne, tra i 50 e 75 anni, intenti a giocare a carte e la sfida è stata interrotta dalle denunce. A Desio, un 38enne ha sfondato la porta della casa dello zio di 54 anni, e lo ha aggredito, mandandolo all'ospedale, con politraumi guaribili in 30 giorni. Il 38enne si è detto esasperato dai rumori provenienti dalla casa del parente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina donna in metro, passante (brianzolo) lo insegue e lo blocca con un pugno in faccia

  • Si spoglia nudo e si masturba davanti a una donna al Parco di Monza: 40enne denunciato

  • Tragedia in Croazia, uccide la moglie poi si suicida: la coppia era originaria di Monza

  • Coronavirus, due casi positivi all’asilo: tampone per tutti i bambini di due sezioni

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Tragico schianto in moto a Bienno: muore motociclista brianzolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento