Scrive "Mi sparo" in diretta radiofonica, denunciata

E' successo a una donna di Monza che in seguito a un commento inviato durante la diretta di una trasmissione radiofonica si è beccata una denuncia

Denunciata per procurato allarme

"Mi sparo".

Un messaggio scritto durante una diretta radiofonica al programma "Italia sotto Inchiesta" su RaiRadio1 si è trasformato in una denuncia per procurato allarme.

A vedere arrivare gli agenti del commissariato di viale Romagna a casa propria giovedì, secondo quanto riferisce il quotidiano Il Giorno, è stata una signora di 69 anni che aveva scritto il proprio commento in relazione alla discussione sulla crisi economica che si stava svolgendo in studio alla presenza dell'editorialista del Corriere della Sera Sergio Rizzo e altri ospiti.

Il suo "mi sparo" era  una considerazione e non un'intenzione ma proprio così, come un annuncio di suicidio, è stata interpretata dalla redazione del programma che ha subito allertato la Polizia presente in Rai che ha rintracciato l'utenza che aveva inviato il messaggio.

Bussare alla porta della donna però è toccato agli agenti del commissariato di Monza: la 69enne si è beccata così una denuncia per procurato allarme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento