Cinquecento chili di cavi di rame in garage: imprenditore denunciato

Nei guai è finito il titolare di un'attività di sgombero cantine: la polizia locale lo ha denunciato per il reato di gestione illecita di rifiuti

Uno dei due box sequestrati

Due box stracolmi di cavi di rame e di macchine per lavorazione dell’oro rosso. Tutto materiale, evidentemente, di dubbia provenienza. 

La polizia locale di Monza, durante lo scorso fine settimana, ha denunciato G.S., il titolare di un’attività di sgombero cantine, ritenuto colpevole dei reati di “gestione illecita di rifiuti” e di “trattamento e stoccaggio dei rifiuti”. 

Gli agenti, dopo accurate indagini, hanno scoperto che l’uomo, italiano, nascondeva in due box a lui intestati una macchina spellacavi e fili di rame di vario diametro. Nei garage, la polizia locale ha anche scoperto cinquecento chili di cavi di rame e venti chili di “oro rosso” già fuso. 

I due box, situati in via della Guerrina e intestati a un'altra persona, sono stati sequestrati. L’uomo è stato denunciato a piede libero. 

Si indaga, ora, per capire da dove provenisse il rame. 

rame1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento