Depuratore di San Rocco, basta cattivi odori: terminata la copertura della vasca esterna

Sabato è stato ufficialmente presentato l'intervento concluso: ora il cantiere proseguirà con l'altro invaso. Rispettati da Brianzacque i tempi stabiliti

Detto, fatto. San Rocco può finalmente tornare a respirare. Sabato, alla presenza delle autorità cittadine e dei comitati, è stata ufficialmente presentata la conclusione dei lavori che hanno interessato il depuratore di Brianzacque da tempo al centro di polemiche per i cattivi odori esalati e oggetto di un ingente intervento di ammodernamento.

Nei tempi stabiliti Brianzacque ha completato la copertura della vasca di sedimentazione primaria: il cantiere, i cui ritmi dei lavori sono stati scanditi giorno dopo giorno dal countdown, sono terminati nel rispetto del cronoprogramma. Nonostante le abbondanti piogge degli ultimi tre mesi e gli immancabili imprevisti che hanno rallentato l’attività, BrianzAcque, proprietaria e gestore del depuratore di San Rocco, ha mantenuto gli impegni promessi.

L’invaso circolare più grande e più vicino al nucleo abitato, non è più a cielo aperto, ma si è trasformato in un edificio dal design avveniristico, chiuso e sigillato. A evitare che i cattivi odori dei reflui che arrivano a Monza da tutta la Brianza possano diffondersi nel quartiere adesso c'è una struttura composta da 36 travi alle quali sono stati agganciati ad uno ad uno, pannelli verdi in vetroresina.

“Oggi è uno di quei giorni - ha commentato sabato durante la cerimonia di inaugurazione il presidente Enrico Boerci- in cui si rafforza l'orgoglio civico di chi ha una responsabilità pubblica in un'azienda che ha come proprietari i cittadini brianzoli. Oggi siamo qui a inaugurare la chiusura della prima delle tre fasi di un cantiere che abbiamo detto che cambierà un quartiere come San Rocco. Oggi abbiamo rispettato l'impegno che ci eravamo presi di concludere entro fine luglio il cantiere della prima vasca del nuovo depuratore”.

Adesso la vasca dovrà passare il vaglio del collaudo tecnico e poi potrà entrare in funzione. Gli interventi sull'impianto però, come previsto dal progetto, proseguiranno e si continuerà a lavorare all’altro invaso “gemello” di dimensioni leggermente più ridotte.

Qui, i responsabili dei cantieri hanno già predisposto il camminamento lungo il bordo esterno, opera propedeutica all’avvio dell’intervento cantieristico che, come il precedente, sarà scandito dalle tre apparecchiature per il conto alla rovescia, posizionate nella piazza di San Rocco e nella sede di BrianzAcque.

Con la copertura delle due vasche di sedimentazione Brianzacque punta a eliminare le esalazioni moleste che da tempo affliggono il quartiere monzese di San Rocco e le zone circostanti all’impianto: dentro i due edifici, l’aria verrà aspirata e trattata con un sistema di biofiltri in grado di assorbire i cattivi odori prima che vengano immessi in atmosfera. La successiva fase di cantiere invece riguarderà interventi per l'ammodernamento del depuratore con la riqualificazione della sezione d’ossidazione, cuore dell’impianto, finalizzata al risparmio energetico e all’adeguamento della struttura al rispetto dei limiti introdotti dal Regolamento di Regione Lombardia (n.3/2006) che entrerà in vigore il 31 dicembre 2016. I lavori sono iniziati a metà dicembre 2015 e si concluderanno nei primi mesi del 2017 con un impegno di spesa di circa 12 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento